Il o la

M’hai regalato un libro,
l’ho comprato io per abitudine;
buca la pancia in ansia e intensità, ma credo lo sapessi.
M’hai lasciato tanto di quello che non hai portato via,
e ancora riempi gli spazi.
Indelebile, esondi.
Fai male.
Significa anche che sbagli,
ma non solo. Non proprio. Non basta.
T’ho detto io «S’è perso il noi»
– voragine smarrisce lo sguardo –
e adesso so che vai.
Non ti vedo, è solo come se;
anche così buca la pancia
più a fondo più forte.
Resterebbe la decenza del tacere,
mi allunga la lista dei progetti inutili.
Mi manchi.
Se le cose durassero per sempre
questa notte non l’avrebbe,
fine.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...