MISHIMA, LA LETTERATURA, I SAMURAI E LA PLASTICA MARMORIZZATA

Qualcuno obietterà: «Ma per quale motivo tu, che sei un intellettuale, non ti limiti a un’attività verbale?». Come uomo di lettere so fin troppo bene che in Giappone tutte le parole hanno perduto il loro peso, sono divenute false e prive di trasparenza, come quella plastica che imita il marmo, e vengono utilizzate in modo che un concetto ne mascheri un altro, così da procurarsi un alibi per ogni forma di fuga. Quale uomo di lettere io credo soltanto nelle parole perfettamente false delle opere letterarie; come accennai, sono convinto che la letteratura sia un mondo assolutamente estraneo alla lotta e alla responsabilità. È questo il motivo che m’induce ad amare, della letteratura giapponese, soprattutto la tradizione della raffinatezza. Se tutte le parole che riguardano l’azione si sono corrotte, per resuscitare l’altra tradizione del Giappone, il mondo dei guerrieri e dei samurai, è necessario agire in silenzio, senza l’ausilio delle parole, rassegnandosi a ogni possibile fraintendimento. Nel mio animo si celava già da tempo la convinzione che, come ritenevano i samurai, giustificare se stessi sia un atto di viltà.

Yukio Mishima, da L’Associazione degli Scudi, in Lezioni spirituali per giovani samurai

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...