4 MARZO 2002, ALL’ALBA

4 marzo 2002, all’alba.
E così adesso sono cinquant’anni
che cerco di ascoltare
la voce senza suono, l’inudibile
della delicata circospezione
perché non si spaventi,
perché neanche si svegli, per entrare
nel suo sonno come solo l’impronta
dell’intenzione d’un saluto
con cui dici a tua moglie
che, probabilmente, stai per morire.

Giovanni Raboni, da Barlumi di storia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...