LE COSE CHE CHIAMIAMO ETERNITÀ, CUORE, ANIMA…

In quel momento, mi è sembrato di capire dove si trovano le cose che chiamiamo eternità, cuore, anima… Mi sembrava di condividere con lei tutto quello che avevamo vissuto nei nostri tredici anni di vita. Ma poi, l’istante seguente, fui preso da una tristezza infinita. Il calore di Akari, la sua anima… Dove potevo portarli? Cosa potevo fare? Non ne avevo idea.
E così, quasi d’improvviso, mi resi conto che io e Akari non potevamo restare insieme. Avremmo dovuto affrontare, lontani l’uno dall’altra, una vita desolata e un tempo infinito. Eppure, l’angoscia che mi opprimeva incominciò a sciogliersi dolcemente, e lasciò il suo posto alla dolcezza delle labbra di Akari.
Quella notte la passammo in un piccolo deposito ai bordi di un campo. E parlammo moltissimo, avvolti in una vecchia coperta, fino a che fummo colti dal sonno. Al mattino non nevicava più, e il treno poteva partire.

5cmsec13

Testo e immagine da 秒速5センチメートル (Byōsoku go senchimētoru – 5 centimetri al secondo), di 新海誠 (Shinkai Makoto)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...