ASPETTANDO GODOT [a sessant’anni dalla prima]

Citazione

Silenzio

ESTRAGONE A voler fare le cose per bene, bisognerebbe ammazzarmi, come quell’altro.
VLADIMIRO Che altro? (Pausa) Che altro?
ESTRAGONE Come milioni di altri.
VLADIMIRO (Sentenzioso) A ciascuno la sua piccola croce. (Sospira) Durante il piccolo ….oggi e il breve domani.
ESTRAGONE E mentre aspettiamo, cerchiamo di conversare senza montarci la testa, ….visto che siamo incapaci di star zitti.
VLADIMIRO È vero, siamo inesauribili.
ESTRAGONE Lo facciamo per non pensare.
VLADIMIRO Abbiamo delle attenuanti.
ESTRAGONE Lo facciamo per non sentire.
VLADIMIRO Abbiamo le nostre ragioni.
ESTRAGONE Tutte le voci morte.
VLADIMIRO Che fanno un rumore d’ali.
ESTRAGONE Di foglie.
VLADIMIRO Di sabbia.
ESTRAGONE Di foglie.

Silenzio

VLADIMIRO Parlano tutte nello stesso tempo.
ESTRAGONE Ciascuna per conto proprio.

Silenzio

VLADIMIRO Direi piuttosto che bisbigliano.
ESTRAGONE Che mormorano.
VLADIMIRO Che sussurrano.
ESTRAGONE Che mormorano.

Silenzio

VLADIMIRO Che cosa dicono?
ESTRAGONE Parlano della loro vita.
VLADIMIRO Non si accontentano di aver vissuto.
ESTRAGONE Bisogna anche che ne parlino.
VLADIMIRO Non si accontentano di esser morte.
ESTRAGONE Non basta.

Silenzio

VLADIMIRO Fanno un rumore come di piume.
ESTRAGONE Di foglie.
VLADIMIRO Di ceneri.
ESTRAGONE Di foglie.

Lungo silenzio

VLADIMIRO Di’ qualcosa!
ESTRAGONE Sto cercando.

Lungo silenzio

VLADIMIRO (Angosciato) Di’ qualsiasi cosa!
ESTRAGONE Che facciamo adesso?
VLADIMIRO Aspettiamo Godot.
ESTRAGONE Già, è vero.

Silenzio

Samuel Beckett, da Aspettando Godot, atto secondo

Annunci